Toronto Bridge

Toronto Bridge

L’assenza di dentatura e il ricorso alle classiche protesi mobili comportano disagi sia in termini masticatori che funzionali per la vita quotidiana. Inoltre anche l’estetica del singolo individuo è in parte compromessa. Sempre più di frequente, la soluzione a questo problema è la riabilitazione protesica con dentatura fissa, ovvero riottenere la proprio arcata dentale e riacquisire la spensieratezza di avere il proprio sorriso.

Riscoprire il piacere della dentatura fissa

Il Toronto Bridge, conosciuto anche come All-on-six, a carico immediato è il trattamento terapeutico che conduce il paziente da una situazione di totale assenza di denti al ripristino del suo naturale sorriso e della sua estetica e alla riattivazione di un’efficientissima funzione masticatoria in poche ore.

Il trattamento prevede l’inserimento di impianti dentali Sweden&Martina o LeaderMedica di prima qualità, in genere dai 4 agli 8 nel mascellare superiore e-o in mandibola, con la consegna in giornata di una protesi fissa avvitata agli impianti stessi chiamata Toronto Bridge.
In questo modo non sono più necessari i tradizionali 3-4 mesi d’attesa per dotare gli impianti di dentatura fissa. La letteratura scientifica si occupa ormai di questa procedura implanto-protesica da più di vent’anni, raggiungendo sempre maggiori risultati e alta soddisfazione del paziente che passa da una situazione edentula o comunque irrimediabilmente compromessa a una riabilitazione totale del sorriso e della masticazione.

Il paziente viene approcciato attraverso una fase diagnostica pre-chirurgica che prevede una valutazione dello stato di salute generale e dello stato di salute odontoiatrico,
un esame clinico del cavo orale con rilevamento di parametri funzionali che verranno trasferiti su modelli di studio in gesso ed una serie di esami radiologici ( radiografie endorali-ortopantomografia e TAC).

Una volta raccolti questi dati e definiti gli obiettivi da raggiungere con una corretta diagnosi si procede alla fase chirurgica che prevede l’inserimento degli impianti nell’osso.
Il successivo rilevamento delle impronte da inizio alla fase protesica, articolata nella composizione del manufatto protesico e nella conseguente consegna da parte del medico odontoiatra della protesi avvitata sugli impianti precedentemente inseriti.

Design and developement by Interlaced.it

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.